venerdì 24 giugno 2022

ZUCCHINE AL VINO



Visto che l'orticello produce, il problema è diversificare le ricette. Sono andata naturalmente a spulciare nei miei archivi ed ho trovato queste zucchine con tanto di nota in matita: ottime! Evidentemente le avevo già fatte temporibus illis... e dimenticate.
Rifatte con molta soddisfazione: semplici e veloci.

     Ingredienti

1 kg zucchine
800 g cipolla bianca
5 spicchi aglio
1 cucchiaio sale grosso
2 cucchiai aceto bianco
1 bicchiere vino bianco secco
1/2 bicchiere olio evo
20 foglie basilico
1 rametto rosmarino

( Devo dire che olio, aceto e vino li ho messi ad occhio )

     Procedimento

Tagliare le zucchine a rondelle, le cipolle a fette sottili e mettere tutti gli ingredienti assieme in una capace padella, a freddo. Mescolare, accendere un fuoco medio, coprire e cuocere per circa 30 minuti dapprima col coperchio e alla fine senza per far asciugare il liquido, mescolando ogni tanto.
Servire freddo.



 
E' un vecchia ricetta di Daniela Cartella.

giovedì 16 giugno 2022

CARPACCIO DI ZUCCHINE

 


Ho raccolto nell'orto delle bellissime zucchine. Dall'orto direttamente in tavola: più fresche di così...! E' per questo che ne ho fatto un saporito carpaccio.

Affettare molto sottilmente le zucchine e marinarle per una ventina di minuti in olio, limone , sale e pepe.
Aggiungere poi scaglie di parmigiano e, prima di servire, della rucola.
Si possono accompagnare con prosciutto crudo e paté di olive nere ( che io non avevo in casa.. )

POLPETTE COL PARMIGIANO REGGIANO DI DON CAMILLO


 
 Ultimamente mi diverto a ripescare libri e libretti di cucina un po' particolari, che normalmente restano in disparte. Dopo quello di Sissi d'Austria ho trovato questo di Don Camillo. 
Chi ha visto i film o letto i libri sa di certo che, accanto ad un tozzo di pane con parco companatico, ci sono anche pasti più che abbondanti e saporitissimi, accompagnati da "qualche" notevole bicchier di vino.
 
 
 
 
Ho letto varie ricette. Ma fa caldo: alcuni cibi non sono adatti alla stagione, altri sono laboriosi e non ho voglia di lavorare troppo ( vedi fantastici anolini ). Però queste polpette mi hanno stuzzicato e mi sono lanciata. Il libro propone la ricetta nuda a cruda, non dice come servire le polpette pronte. Io le ho assaggiate bollenti, appena fritte, poi appena tiepide e ho deciso che come aperitivo, proprio tiepide, sono perfette.
 
 

 
     Ingredienti 

150 g di parmigiano reggiano gratt.
100 g ricotta
2 uova
1 michetta bagnata nel latte e poi strizzata
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
30 g burro fuso
1 pizzico noce moscata
strutto o olio per friggere
sale e pepe
un uovo sbattuto e pangrattato

     Procedimento

Mescolare con cura tutti gli ingredienti in modo da ottenere un impasto tale da cui sia possibile ricavare delle palline-polpette. Passarle nell'uovo sbattuto, rotolarle nel pangrattato e quindi friggerle. Scolarle su carta assorbente da cucina per eliminare l'unto. 
Con queste quantità mi sono venute 22 polpette, abbastanza grandi.

domenica 5 giugno 2022

GAMBERONI AL FORNO

 


Volevo fare i gamberoni al fil'e ferru, come da una ricetta sarda. Ma senza fil'e ferru, e pure senza grappa per sostituirlo, non è stato possibile, con mio gran dispiacere.
Perciò gamberoni al forno, dalla cucina triestina.

     Procedimento

Gamberoni puliti e sgusciati. Leggermente salati e unti nell'olio. Messi in una teglia da forno e infornati a 200° per circa 7/10 minuti. Devono rilasciare la loro acqua e asciugarsi.
Impiattati e conditi con una citronette con aglio e prezzemolo tritatissimi.

giovedì 2 giugno 2022

TORTA DI CILIEGIE DI SISI, imperatrice d'Austria


 
Con un albero pieno di belle ciliegie, volete che non mi venga la voglia di fare una torta, anche se c'è un'inflazione di questi dolci?
Naturalmente dovevo trovare una ricetta particolare...
Così sono finita a scartabellare i miei vari libri, tra cui questo



 
Dovete sapere che nel palazzo imperiale di Vienna, come in tutte le altre residenze di Franz Joseph e della moglie Elisabeth, c'erano tre cucine con i relativi numerosi cuochi: una per Franz Joseph, una per Sisi e una per i figli.
Ho trovato a suo tempo un libretto  della cucina di Sisi e uno di quella dell'imperatore.
La ricetta che ho usato è una del libretto in foto, di Sisi: semplice e veloce, ottima. La parte noiosa è snocciolare le ciliegie.

     Ingredienti  ( stampo da 26 cm di diametro )

250 g burro morbido
300 g zucchero
8 tuorli
1 stecca vaniglia - semini
250 g farina 00
8 albumi
ciliegie

     Procedimento

Mescolare a spuma il burro con lo zucchero, aggiungere- sempre mescolando- i tuorli, uno alla volta, poi la vaniglia e la farina. Sbattere a neve molto soda gli albumi con un cucchiaino di limone ( funziona molto meglio del solito sale ) e aggiungerli con cautela all'impasto. Versare il tutto nello stampo ben imburrato e infarinato, appoggiare di su le ciliegie snocciolate e infornare a 190°/200° per circa 45-50 minuti. Prova stecchino.

Naturalmente in forno il dolce si gonfia e la frutta viene un po' inglobata.
 
 

 
 Appena sformato. Ho pensato di ornarlo con poco zucchero a velo come nella prima foto; purtroppo non è indicato come veniva servito all'imperatrice.
 
 


 

venerdì 27 maggio 2022

PASTA ALLA CACCIATRICE secondo A. Fabrizi


 
 
Avevo voglia di cambiare: sempre pasta -certo- ma... semplice, per poca voglia di cucinare con questo caldo, e diversa. E chi se non Aldo Fabrizi poteva darmi un valido suggerimento, da gran intenditore???

Sono andata a scartabellare il suo volume



 
... ed eccola pronta la ricettina che faceva al caso mio.




Piccolo particolare: non avevo in casa le lingue di passero...
Pazienza! Ho usato la pasta più piccola che ho trovato (pasta mista): il sapore del condimento, fatto pari pari come dalle indicazioni di Fabrizi, non mi ha tradito. Ottima.

lunedì 16 maggio 2022

DOLCE AL CAFFÈ

 

 
 Ho trovato su un sito tedesco "Ich koche.at" questo semplicissimo dolce, che mi ha attirato per la notevole quantità di caffè nella ricetta. Ed effettivamente si sente, eccome! E' morbidissimo e molto buono. La contropartita- e lo dicono anche nella ricetta- è il colorino che presenta una volta sfornato: necessita decisamente di un decoro. Io ho provato con una glassa di zucchero.
 
 

 
     Ingredienti
 
150 g burro morbido
200 g zucchero
1 uovo
250 ml caffè nero
400 g farina 00
16 g lievito in polvere
1 bustina zucchero vanigliato ( io ho messo aroma vaniglia )
aroma limone- a piacere
 
     Procedimento
 
Mescolare a spuma il burro con lo zucchero e unire l'uovo. Aggiungere la farina già setacciata assieme al lievito, lo zucchero vanigliato, eventuale limone e per ultimo il caffè. Mescolare per omogeneizzare il tutto e versare il composto in uno stampo rivestito da cartaforno. Forno a circa 190° per circa 45 minuti. Prova stecchino.
La ricetta dice che lo si può cospargere, una volta freddo, con marmellata di ribes o con glassa al cioccolato o di zucchero o anche con semplice zucchero a velo.