venerdì 4 luglio 2014

SULLA PIASTRA DI SALE




Un'amica mi ha regalato questo nuovo giochino che non conoscevo. Si tratta di una bella, pesante mattonella di sale rosa dell'Himalaya che, riscaldata e messa in tavola, permette di cuocere al momento pesce, verdure o anche carne.
Funziona in questo modo : si mette la piastra nel forno, lo si riscalda a 250° e quando è arrivato a temperatura, anche la piastra lo è. Estratta dal forno, si appoggia la piastra sul suo supporto e lo si mette in tavola. Per precauzione io avevo messo sul tavolo una lastra di marmo sotto il supporto.
Si mette sul sale quanto preparato : avevo dei tranci di salmone, assolutamente naturali, senza nessun condimento. Qualche minuto, e si gira per cuocere anche dall'altra parte.




Ancora un po' e il pesce è cotto. Rimane morbidissimo, cotto a puntino, salato il giusto. E' veramente ottimo. L'ho impiattato con del timo limoncino, ma troppo poco perché la pianta è ancora piccola e non potevo pelarla del tutto.




Naturalmente non si può lavare la piastra di sale sotto l'acqua! Dicono di pulirla con del bicarbonato. Io l'ho semplicemente passata - raffreddata - con della carta da cucina. Quando farò le verdure, girerò la piastra dall'altra parte. 
Usandola, si consuma a poco a poco. Poi ci sono i ricambi.



Nessun commento:

Posta un commento

Per piacere evitate i commenti anonimi