mercoledì 27 febbraio 2019

BISCOTTI AL LIMONE




Li ho fatti perché qualche volta, dopo cena, vien voglia di uno sfizietto non troppo impegnativo. Hanno la misura giusta, quella misura che permette più di un morso...e, se si è bravi, ci si può accontentare di un solo pezzo.
Voglia accontentata e coscienza a posto.

Li ho trovati da "Rossella... pane e cioccolato" e son rimasta colpita dalla loro semplicità.

     Ingredienti

250 g farina di mandorle
130 g zucchero a velo
1 cucchiaino lievito per dolci
succo e buccia di un limone
qb di zucchero a velo per la rifinitura

     Procedimento

Setacciare lo zucchero a velo con il lievito e aggiungerli alla farina di mandorle, alla buccia e al succo di limone. Mescolare tutto molto bene fino ad ottenere un impasto omogeneo, un pochino appiccicoso. Lasciarlo riposare in frigo per almeno mezz'ora, ben coperto.
Riprendere l'impasto, dividerlo in 16 parti uguali, formare delle palline e farle rotolare su un piattino con zucchero a velo in modo che se ne ricoprano per bene. Riporle su teglia coperta da cartaforno un po' distanti tra loro, schiacciarle leggermente e mettere la teglia in forno statico a circa 185° per circa 15/20 minuti, comunque fino a doratura.
Importante è- una volta sfornati- lasciarli raffreddare completamente nella teglia: se caldi, sono molto morbidi, a spostarli si romperebbero. Freddi, si compattano.

















lunedì 18 febbraio 2019

PANE E MARMELLATA SENZA UOVA




Ecco, se il dolce ha già la marmellata incorporata, per la colazione del mattino o per una merenda non si fa neppure la fatica di spalmarla: più comodo di così...
Ho copiato la ricetta di " pasta lievitata leggera " da un libro di dolci del Sud Tirolo. Ho solo pensato di mettere il ripieno.


     Ingredienti

25 g lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
250 ml latte tiepido

Preparare un lievitino in una ciotola; più che altro direi che si tratta di "risvegliare" il lievito. Non c'è farina.

500 g farina ( 00 o anche 0 )
50 g burro morbido
80 g zucchero
1 bustina zucchero vanigliato
aroma limone
1 cucchiaio rum
pizzico sale
marmellata a piacere; io ho messo di mirtilli

Ho fatto l'impasto senza uova, per momentanea necessità; ma si possono aggiungere 2 tuorli.

E' bene che tutto sia a temperatura ambiente.
Mescolare in planetaria gli ingredienti e aggiungere il lievitino, fino a formare un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Far lievitare quasi al raddoppio, stendere col matterello senza lavorarlo ulteriormente per formare un rettangolo di circa 1,5 cm di spessore. Cospargere di marmellata, ripiegare in due, a libro, compattando bene i bordi tutto in giro e mettere nello stampo.
Ne ho usato uno da plumcake di 30x11cm.
Far lievitare nuovamente al raddoppio, spennellare la superficie con un uovo sbattuto e mettere in forno a 185°/190°, sulla seconda posizione a partire dal basso, per circa 40 minuti. Prova stecchino.
Se la superficie tende a scurire troppo presto, coprire il dolce con un foglio di alluminio.



sabato 16 febbraio 2019

CIOCCOLATINI DI VARIE ANNATE





Dopo tanto tempo mi è venuta di nuovo la voglia di giocare con il cioccolato. E poi... devo pure smaltirlo: ne ho comperato tanto, di diverse marche e percentuali in cacao; è ben conservato, sotto vuoto, al fresco e al buio. Ma insomma... lasciarlo là è proprio un peccato.
Questa volta ho usato il fondente ( 56% ) e il bianco Callebaut e in parte il fondente Valrhona (70% ).

Già che c'ero, sono andata indietro nel tempo a vedere le mie vecchie foto ed ho ripescato i cioccolatini " d'annata". Ho pensato di farne una raccolta per non dimenticare le mie fatiche di "temperatrice".
Tutti i seguenti sono fatti con cioccolato Callebaut, nei tre tipi: fondente ( 56% ), al latte e bianco.

Le temperature di temperaggio sono:

Fondente: 45°/50°---27°---31°/32°
Al latte: 45°---27°---29°/30°
Bianco:45°---27°---28°/29°
















 































lunedì 11 febbraio 2019

VELOCISSIMO




Sono incappata per combinazione nel blog " Labna ", che non conoscevo; stavo cercando ispirazione per l'ennesimo, semplice dolcetto da colazione e... l'ho trovata. Solo che farina, olio di semi e acqua oltre ad un po' di zucchero, mi è sembrata proprio una miseria. Perciò ispirata sì, ma con modifiche.
Ha il vantaggio di essere dietetico e talmente veloce da assemblare, che lo si può preparare dopo che gli amici sono arrivati a sorpresa.




     Ingredienti

85 g burro fuso ( o 70 g di olio di semi )
250 ml succo di melagrana ( di casa mia, ma si può usare il succo fresco di altra frutta )
150 g zucchero
1 cucchiaio abbondante di lievito in polvere
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
225 g di farina 00

     Procedimento

Mescolare in una ciotola capiente il succo con lo zucchero, il burro fuso e la vaniglia. A parte setacciare la farina col lievito e quindi versarla nel liquido precedente. Mescolare molto bene per ottenere una crema liscia ed uniforme. Versarla in uno stampo foderato con cartaforno e mettere in forno a 185°/190° per circa 40 minuti. Prova stecchino.