martedì 31 marzo 2015

BISCOTTI BICOLORI



Sono veloci da fare, decisamente buoni e accontentano pure l'occhio. Ma la semplicità della ricetta punta tutto sulla qualità degli ingredienti. Burro, vaniglia e cacao devono essere ottimi.

     Ingredienti

200 g burro a temperatura ambiente
125 g zucchero in polvere
sale
2 tuorli
300 g farina
20 g cacao amaro
1 bacca di vaniglia da cui estrarre i semini
1 cucchiaio di panna ( o latte )




Questi che vedete saranno circa un terzo di tutti i biscotti che ho ottenuto con le quantità elencate.


     Procedimento

Mescolare molto bene a spuma il burro con lo zucchero, il sale e la vaniglia. Aggiungere uno alla volta i tuorli, sempre sbattendo, quindi la farina fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Dividere l'impasto in due parti uguali e ad una delle due aggiungere il cacao e il cucchiaio di panna ( io ho aggiunto latte ) rilavorando brevemente per omogeneizzare.






Dividere ora sia l'impasto chiaro che quello scuro in tre parti uguali ciascuno, e con ogni parte formare dei rotolini di 30 cm. Attorcigliare strettamente un rotolo chiaro e uno scuro, facendo in modo di ottenere sempre un rotolo, ma un po' più grosso dei precedenti: lungo circa 22 cm. Ottenuti i tre rotoli misti, ritagliare da ognuno delle fettine di circa 1 cm di spessore, da mettere in teglia su cartaforno. Cuocere a 190° per 12-15 minuti, in forno statico.





giovedì 26 marzo 2015

STRUCOLO DI SPINACI





A Trieste lo chiamano anche "strucolo nello straccio" perché viene cotto avvolto in un tovagliolo, come si può vedere nella foto sotto. Così preparato è pronto per esser messo nell'acqua bollente e salata di una pesciera.






E' un primo piatto molto gradevole che si può condire solo col burro, con burro e pangrattato, oppure - meglio di tutto - con sugo d'arrosto. Io mi sono fermata al burro solo perché non sono riuscita a preparare in tempo l'arrosto.
Si tratta di fare un impasto come quello degli gnocchi di patate, farcirlo con spinaci e ricotta, formare un rotolo, avvolgerlo nel tovagliolo e quindi lessarlo.

     Ingredienti

1 kg di patate farinose lessate e passate
250 g circa di farina
1 uovo
sale
Così è il normale impasto. Ma in questo caso si può arricchirlo con:
poco burro fuso, una grossa noce
parmigiano grattugiato, due manciate
noce moscata
eventuale latte se l'impasto è troppo consistente. Io non l'ho messo.

     Farcia

Metto delle quantità soltanto per dare un'idea delle proporzioni tra gli ingredienti. Io vado ad occhio a seconda della quantità di patate. Mescolare:
1 tazza di ricotta 
1 uovo
1 manciata di parmigiano gratt.
1 tazza di spinaci già lessati, ben strizzati, ( li ho asciugati in padella ) e frullati
sale e poco pepe

     Procedimento

Preparare l'impasto di patate e stenderlo col matterello in un quadrato di circa 1 cm di spessore sopra il tovagliolo - ben infarinato - che servirà per cuocerlo. Cospargere con la farcia e formare un rotolo con l'aiuto del tovagliolo. Avvolgere il rotolo nel tovagliolo legandolo alle estremità e in mezzo. Cuocerlo nell'acqua bollente e salata di una pesciera per 40 minuti. Tolto dall'acqua, lasciarlo ben colare e levare il tovagliolo. La superficie ancora calda si asciugherà perfettamente.




 
Tagliatelo con un coltello a lama unta di burro fuso, da pulire e ungere ad ogni taglio se volete avere delle belle fette.





lunedì 23 marzo 2015

SPAGHETTI E ACCIUGHE





Ho trovato delle splendide, freschissime acciughe e una ricetta, per noi, inusuale. Ogni tanto vien voglia di variare il solito menù casalingo dal risultato scontato, e devo dire che son rimasta soddisfatta. In più una preparazione così veloce non è cosa da sottovalutare.






La ricetta per quattro persone prevede i seguenti

     Ingredienti

400 g di spaghetti
200 g di alici molto fresche
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo
400 g di pangrattato
4 cucchiai di olio evo
il succo di mezzo limone
sale






     Procedimento

Pulire le alici eliminando testa, coda e spina centrale. Lavare accuratamente i filetti e tritarli grossolanamente. Metterli quindi in una casseruola con un trito di aglio e prezzemolo, il pangrattato,  l'olio e un pizzico di sale. Lasciarli su fuoco piuttosto vivace per qualche minuto, mescolando sino a quando le alici siano tenere e il pangrattato ben dorato.
Cuocere gli spaghetti al dente, scolarli e trasferirli in una zuppiera; irrorare col succo di limone filtrato, mescolare accuratamente e condire col composto di alici.





Devo dire che la quantità di pangrattato mi sembrava eccessiva. L'ho dimezzata e mi son trovata bene.

venerdì 20 marzo 2015

BRIOCHE




Che c'è di meglio di una piacevole, morbida, accattivante fetta di brioche per iniziare la giornata con l'umore giusto ? Questa ha tutti i requisiti per soddisfare in pieno: è dolce ma non troppo, è burrosa ma poco, e su 600 g di farina ha solo due uova. Facile da fare, viene sempre benissimo. Credo che come scheda di presentazione mostri notevoli attrattive.






     Ingredienti

2 uova
latte qb, in modo da ottenere 310 ml di liquido tra latte e uova
22 g lievito di birra  o  150 g lievito madre
100 g burro a temperatura ambiente
40 g zucchero
600 g farina 00 o 0
1,5 cucchiaini sale






    Nel caso vogliate usare il lievito madre, il procedimento rimane lo stesso, solo la lievitazione dura una notte.





venerdì 6 marzo 2015

QUASI CIOCCOLATINI



Li ho chiamati così perché all'esterno sembrano cioccolatini; in realtà sono piccoli dolcetti ricoperti di cioccolato. Sono formati da due strati di biscotto ( pan di spagna ) al cioccolato e mandorle, che in mezzo hanno una deliziosa farcia. La foto seguente li mostra pronti per essere ricoperti dal cioccolato temperato.




     Ingredienti per il biscotto

100 g burro morbido
140 g zucchero in polvere
aroma limone
1/2 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
7 tuorli
60 g di cioccolato fuso
7 albumi
70 g di farina 00 setacciata
1 punta di coltello di lievito in polvere
70 g di mandorle tritate finemente

     Procedimento

Battere a spuma il burro con lo zucchero in polvere e gli aromi. Aggiungere ad uno ad uno i tuorli e, sempre battendo, il cioccolato fuso. Preparare una neve molto soda con gli albumi e mescolarla con precauzione al preparato precedente. Miscelare la farina col lievito e le mandorle e aggiungerli al composto. Versare l'impasto ottenuto in uno stampo ( 38 x 30 cm ) ricoperto da cartaforno, livellarlo e metterlo in forno a 180° per 20 minuti. Una volta cotto, rovesciare il biscotto su cartaforno cosparsa di zucchero, e togliere con attenzione la cartaforno di base dopo averla bagnata con acqua fredda. Una volta raffreddato, ritagliare tanti dischetti di circa 3 cm di diametro.





     Farcia

5 cucchiai di rum
il sugo filtrato di 1 limone
1 punta di coltello di cannella
3 cucchiai di marmellata di ribes bollente
tutti i resti avanzati del biscotto dopo aver ricavato i dischetti

     Procedimento

Mettere nel mixer tutti gli ingredienti. Si ottiene un composto denso ma spalmabile.

     Composizione

Si ricupera lo stampino con cui sono stati tagliati i dischetti. Gli si mette sul fondo un dischetto di biscotto, sopra questo si mette un cucchiaino abbondante di farcia, di su un altro dischetto che si pigia per compattare la farcia. Poi si pigia ancora un po' sollevando contemporaneamente lo stampino, in modo da far uscire di sotto il dolcetto formato. Si formano così tanti cilindretti come da foto.
A questo punto si tempera del cioccolato e si ricoprono i dolcetti. Poi si possono decorare col cioccolato bianco semplicemente fuso.



lunedì 2 marzo 2015

PER LA COLAZIONE



Devo confessare che ho avuto una grandissima difficoltà: non a fare il dolce, ma la mascherina per cospargere di zucchero a velo soltanto i fiori in rilievo! Colpa mia, perché sono andata a scegliere uno stampo ancora non usato per provarlo. Per il resto il dolce è come al solito: sbatti, aggiungi, mescola, versa...Un pacifico dolcetto casalingo che rallegra la colazione.



Lo vedete così lucido solo perché lo stampo è in silicone ; è il silicone il responsabile di questo risultato.

     Ingredienti

120 g di farina 00
120 g di zucchero
60 g burro
50 g cacao oppure 80 g cioccolato ( io ho usato cacao )
6 uova
zucchero vanigliato ( ho usato 4 g di una bustina )
zucchero a velo




     Procedimento

Sciogliere il burro e mescolarlo col cacao ( o col cioccolato fuso ) e tenerlo da parte al caldo. Su fuoco molto basso o a bagnomaria, battere le uova con lo zucchero e lo zucchero vanigliato- tiepide-, togliere dal fuoco e continuare a battere, sempre con le fruste elettriche, molto a lungo: si deve ottenere una densità paragonabile ai bianchi d'uovo a neve. Da questa dipenderà la sofficità del dolce. Ad una parte di questa massa aggiungere- sempre battendo con la frusta elettrica- la miscela di burro e cacao ( o cioccolato ). Omogeneizzare e quindi mescolare il resto delle uova delicatamente , con un cucchiaio, aggiungendo a poco a poco la farina. Versare il composto ottenuto in uno stampo imburrato e infarinato e metterlo in forno a 190° per circa 35-40 minuti. Prova stecchino.
Dopo il raffreddamento, cospargere il dolce con zucchero a velo.