domenica 22 settembre 2019

LINGUINE CON CREMA DI PEPERONI ARROSTITI






Mi erano avanzati dei peperoni arrostiti, già pelati. Nessuna voglia di complicarmi la vita con involtini o similia... per cui --> un condimento rapido, ma saporito.

In una ciotola dal bordo alto ho messo (tutto a occhiometro ):

falde di peperoni arrostiti rossi e gialli ( penso- come quantità- due peperoni grandi ) 
il liquido che avevano rilasciato stando in frigo due giorni
1 spicchio d'aglio
1 piccolo peperoncino piccante
sale
circa 3 cucchiaiate di passata ( la mia, naturalmente )
qualche foglia di bel basilico 
olio evo qb

Frullato tutto accuratamente, ho ottenuto un bel po' di crema che ho messo a cuocere brevemente in padella per omogeneizzare meglio i sapori. 
Siccome siamo in due, oltre al condimento per oggi, salverò in freezer qualche vaschetta per i giorni in cui non si arriva a preparare niente o manca la voglia.
Soddisfatta.
 


sabato 7 settembre 2019

CROSTATA DI SUSINE CON FROLLA SENZA UOVA





In vacanza... certo; ma un buon dolcetto si può fare lo stesso, fresco e profumato: lo si assapora con maggiore soddisfazione tra una passeggiata e un momento di pace assoluta e riposo. O durante la colazione della mattina, con la mente libera da pressanti impegni.

Cosa c'è di meglio di una crostata di frutta? Susine appena raccolte, mature e aromatiche; una squisita gelatina di uva malvasia, naturalmente fatta in casa, che sostituisce la solita- a me sgradita- crema pasticcera; una frolla ottima anche se- dovutamente- senza uova ( ricetta perfetta da "la vetrina del Nanni" )...

Frolla senza uova, per uno stampo di 24/26 cm di diametro

     Ingredienti

85 g burro
85 g zucchero
scorza grattugiata di 1/2 limone
60 g latte fresco intero
200 g farina 00 debole ( per la frolla uso sempre una farina di grano tenero austriaca, tipo "griffig" )
50 g fecola
2 g lievito in polvere
pizzico sale

     Procedimento

Preparare la frolla in anticipo, meglio di tutto il giorno prima.
Mescolare il burro con lo zucchero, il sale e la scorza di limone; aggiungere poco latte dal totale, tanto da sciogliere meglio lo zucchero; poi la farina già setacciata assieme alla fecola e al lievito, il resto del latte e lavorare brevemente per ottenere un impasto uniforme e compatto. Se troppo asciutto aggiungere 1-2 cucchiai di latte.
Avvolgere nella pellicola e mettere a riposare in frigo a 4°.
Dopo il riposo, rilavorare l'impasto manualmente per renderlo malleabile, stenderlo a 4 mm circa di spessore e rivestire lo stampo per la cottura in bianco. Bucherellare la base con i rebbi di una forchetta, foderare con un foglio di alluminio riempito di fagioli secchi per mantenere la forma e cuocere a 160° per circa 15 minuti; togliere alluminio e fagioli e cuocere ancora per 5 minuti.

     Farcia

susine e gelatina di uva .. qb 
Mycryo ( burro di cacao )

Questa volta non l'ho usato perché ero senza. Ma è bene cospargere la base della crostata, appena tolta dal forno, con del Mycryo o dell'albume per impermeabilizzarla.

Dimezzare e snocciolare le susine, poi riempire completamente la base della crostata con la frutta a buccia sotto e ricoprire con uno straterello di gelatina. Rimettere in forno per altri 20 minuti. 
Il risultato finale nel mio caso, con uno stampo rettangolare rivestito di cartaforno, è stato questo:





Anche al taglio si presenta bene: la frolla è particolarmente friabile.





          13/12/ '19

Un modo diverso di presentare la crostata.
Ciotoline ottenute usando uno stampo multiplo di muffins alla rovescia; quindi frolla cotta in bianco a 180° fino a doratura.
Farcia: chicchi di uva bianca fresca mescolata con confettura di susine al rum ( Zwetschgenröster ) e cotta in forno, sempre a 180°, per circa 20 minuti. Fatta raffreddare e riempite le ciotoline, dopo averne cosparso il fondo con Mycryo.