mercoledì 25 febbraio 2015

KAISERSCHMARREN





E' un dolce, cotto in padella, che conclude molto piacevolmente un pranzo.
Semplice da fare, rapido e molto gradevole. In fondo si tratta quasi di una frittata dolce sminuzzata, con uvetta, e servita con delle composte dal sapore leggermente acidulo come possono essere quelle di mirtilli rossi o di ribes. Sta bene anche con una composta di prugne.

 


     Ingredienti

3 uova
150 g farina
1 cucchiaio di zucchero
40 g di uvetta fatta rinvenire
150 ml di latte
pizzico di sale
zucchero a velo
una noce di burro
zucchero a velo vanigliato

     Procedimento

Preparare una pastella con i gialli, lo zucchero, la farina, il sale e il latte. Battere i bianchi a neve ben soda e aggiungerli delicatamente.
Mettere su fuoco medio, con la noce di burro, una padella di dimensioni tali che tutto l'impasto ci stia con uno spessore di un buon dito abbondante. Quando la padella è calda, versare tutto l'impasto e a questo punto spargere di su l'uvetta. Lasciarlo rassodare, poi con l'aiuto di un largo coperchio capovolgere il tutto in modo da dorare anche l'altra parte. Con due forchette spezzettare la frittata. Un minuto prima di togliere dal fuoco cospargere con un po' di zucchero a velo e fare in modo, mescolando, che lo zucchero si sciolga e quasi caramelli. 
Servire caldo, con ancora un po' di zucchero a velo vanigliato e la composta.

 


In Austria e in Alto Adige servono questa quantità per una persona. Ma rappresenta una abbondante merenda dopo una gita in montagna, o può essere una cena. Come dolce dopo un pasto può bastare per tre persone.
Ho avuto l'occasione di assaggiare un meraviglioso Kaiserschmarren, che, oltre all'uvetta, aveva anche mandorle grossolanamente tritate. Se volete provare - ci stanno benissimo - aggiungetele assieme all'uvetta: 40 g.

1 commento:

Per piacere evitate i commenti anonimi