martedì 17 febbraio 2015

TRECCIA





Avere un buon dolce per la colazione della mattina, riconcilia col mondo. E quello che ho fatto ieri è decisamente piacevole, gradevole pure alla vista, il che non guasta mai. Morbido da mangiarlo così o da inzuppo... Semplice, con l'unica aggiunta di uvetta, senza burro e poco dolce.




 
     Ingredienti

500 g farina
1 bustina lievito secco
50 g zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato
sale
2 uova intere e 1 albume
250 ml di panna tiepida
150 g di uvetta

1 tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di latte





      Procedimento

Mescolare la farina con il lievito e aggiungere tutti gli ingredienti, tranne l'uvetta. Lavorare l'impasto, dapprima molto morbido, finchè si stacca dalla ciotola, incordato. Coprirlo e farlo lievitare al raddoppio. A questo punto rilavorarlo aggiungendo l'uvetta. Dividerlo in due parti : i 2/3 del peso formeranno la base, 1/3 formerà la treccia superiore.
Dalla prima parte ricavare tre rotoli lunghi 40 cm e formare una treccia. Con un matterello premere nel centro della treccia nel senso della lunghezza per formare un largo incavo. Spennellare col tuorlo e latte.
Dalla seconda parte dell'impasto ricavare altri tre rotolini lunghi ciascuno 35 cm e formare un'altra treccia che va posizionata nell'incavo della prima. Far lievitare nuovamente, spennellare con la miscela di uovo e latte, e mettere in forno a circa 180°-190° per circa 30 minuti. Prova stecchino.
Nel mio forno a 190° sono bastati 25 minuti.





1 commento:

  1. bella bella! di aspetto somiglia tantissimo allo tsoureki greco.

    RispondiElimina

Per piacere evitate i commenti anonimi