venerdì 11 novembre 2016

FRITOLE CON L'ANIMA PER S. MARTINO





Il giorno di S. Martino è speciale: si assaggia il vino novello. Naturalmente va accompagnato: con castagne e tanto altro. Ma a  Prosecco, paese del Carso triestino, è tradizione accompagnarlo con le " fritole con l'anima"= frittelle con le acciughe. Leggermente più salate dai filetti di acciuga, aiutano tantissimo a... fare molti assaggi!





      Ingredienti

1 kg farina 0
1 bustina lievito
50 ml olio evo
1 bicchierino grappa
1 bicchiere ( 250 ml ) di vino bianco
3 uova
sale
filetti di acciughe sott'olio, circa 150 g

     Procedimento

Mescolare la farina con il lievito, aggiungere il sale, l'olio, la grappa, il vino e mescolare molto bene. Quindi unire le uova e impastare a lungo. L'impasto deve essere molto morbido. Se necessario aggiungere acqua tiepida. Lasciare riposare il tutto almeno mezz'ora e poi friggere l'impasto a cucchiaiate inserendo nell'impasto un pezzetto ( 1-2 cm ) di acciuga. Far dorare le fritole che devono rimanere di color oro. Per facilitare l'operazione, è bene immergere nell'olio bollente il cucchiaio ogni volta prima di prelevare la dose d'impasto.





Ho lavorato un terzo della quantità data dalla ricetta e mi sono venute una trentina di fritole di un peso tra i 30 e i 35 g.

3 commenti:

  1. Stupendi! Il concetto è quello dei mezès greci, fatti per aiutare a bere vino, tsipouro, ouzo....
    Bellissimi. Inoltre omettendo l'acciuga e cospargendo di miele o di cioccolato etc diventerebbero dei loukoumdes. Mi piacciono tanto

    RispondiElimina
  2. ciao daniela.
    una domanda: cosa intendi per 1 bustina di lievito: lievito per dolci tipo Bertolini o lievito per pane, granulare (quello che non si deve sciogliere in acqua)? grazie e ciao
    stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano,
      intendo lievito tipo Bertolini per cose salate. Sono 16 g di lievito in polvere.
      Grazie per essere passato di qua

      Elimina

Per piacere evitate i commenti anonimi